lunedì 12 ottobre 2009

Tomorrowland:Brooklyn e Queens

A ridosso del Queensboro Bridge, scintillerà, imponente e luminosa, la Silvercup West Towers di Richard Rogers. Un progetto da un miliardo di dollari su un'area di sei acri che ospiterà tre torri, mille appartamenti, uffici, negozi, un centro culturale e otto studi di registrazione della casa di produzione Silvercup.




Nel 2012 sorgerà il Brooklyn Bridge Park. Il progetto, della Michael Van Valkenburgh Associates, prevede la creazione di baie protette e spiagge rocciose che mettano i visitatori in contatto con l'acqua. L'idea è quella di un parco urbano, lontano dai rumori della metropoli ma neppure immerso nella calma bucolica di un giardino all'inglese.




Nel 2016 sorgerà il tanto discusso Atlantic Yards. La struttura destinata ad ospitare lo stadio della squadra di basket dei Nets è stata commissionata a Frank Gehry che ha creato un vero e proprio mostro dalle enormi dimensioni. Posizionato fra Atlantic e Flatbush Avenue, l'edificio sarà formato da ben sedici grattacieli di vetro, mattoni e metallo, dal colore bianco e dalle forme sinuose e sfuggenti che ricordano il velo nuziale mosso dal vento di una sposa incontrata da Gehry. A lei è dedicata la torre più alta, Miss Brooklyn, quella alla sua destra rappresenta lo sposo, e la più piccola, a sinistra, l'uomo con il quale lo tradirà. Così Gehry prova ad interpretare lo spirito degli abitanti di Brooklyn che, purtroppo, sono più preoccupati dalle dimensioni mastodontiche che dai tradimenti della sposina.



1 commento:

Nathalie ha detto...

Questo post mi fa venir voglia di progettare un futuro viaggio a NY!