giovedì 22 ottobre 2009

Nouvel a Manhattan



Appartamenti di lusso, un albergo e, soprattutto, sale su tre livelli per le opere del Museum of Modern Art: il progetto dell'edificio di 75 piani ideato a Manhattan dall'architetto della Torre Agbar fu salutato nel 2007 come "un'ulteriore prova... che il Signor Nouvel è un maestro nell'equilibrare forze urbane contrastanti" (nytimes.com). In realtà, nei due anni successivi, le proporzioni dell'intervento hanno suscitato diverse reazioni da parte degli abitanti del quartiere e della municipalità di New York (observer.com), fino al voto con cui il 9 settembre (archpaper.com) la Commissione per l'uso del suolo ha imposto di ridurre da 381 a 320 metri l'altezza del grattacielo. Le obiezioni si sono concentrate sulla sommità della struttura, che non soddisferebbe "i requisiti estetici di un edificio posto in condizione di competere in altezza con i più famosi grattacieli della città... Chi, dopo tutto, vuole essere considerato responsabile di avere rovinato il più famoso panorama del mondo?" (nytimes.com).La multinazionale Hines, che ha acquistato il terreno per la costruzione proprio dal MoMA (subito dopo l'ampliamento del museo nel 2004), dovrà anche contenere sotto i 9300 metri quadrati (artsjournal.com) la superficie dell'hotel, per non rientrare nelle prescrizioni normative che obbligano alla realizzazione di una piattaforma di carico a livello stradale: il taglio del marciapiede e le possibili ripercussioni sul traffico sarebbero stati tra i principali motivi di protesta da parte dei cittadini contrari alla "torre".Il progetto originale disegna la connessione tra le aree espositive create ex-novo e le gallerie presenti al "secondo, quarto e quinto piano" del MoMA, che sorge su un lotto adiacente, e dovrebbe beneficiare complessivamente di 3700 metri quadrati aggiuntivi. Secondo ArtsJournal, le modifiche votate nei giorni scorsi - a cui Nouvel starebbe già lavorando - saranno associate al miglioramento della "visibilità del giardino delle sculture dalla strada", richiesto dal MoMA per "rendere più intensa l'esperienza dei passanti"

2 commenti:

rossovelvet ha detto...

Ampliamento al MoMA, si, si, si ! Che meraviglia, immaginiamoci che riserve devono avere !
Comunque il progetto non mi sembra onestamente impressionante, forse mi aspettavo un po di piu !

gio - il mio carnet di viaggio ha detto...

Ad esser sincera nemmeno a me piace più di tanto...