lunedì 10 febbraio 2014

L’Al Wakrah Stadium di Zaha Hadid

Lo stadio dell’architetto iraniano Zaha Hadid, che ospiterà le partite di calcio nel 2022, si trova a Al Wakrah e nonostante manchi ancora tantissimo ai Mondiali FIFA 2022 del Qatar, ci sono già moltissime polemiche. La struttura progettata da Zaha Hadid secondo molti somiglierebbe ad una vagina. In realtà la forma nasce da qualcosa di ben diverso, il direttore del progetto Jim Heverin, ha affermato che la forma dello stadio è basata sulla struttura ricurva del Dhow: un tipico peschereccio arabo che spesso può essere avvistato nel porto della città.
 
Questo stadio sarà il primo di un massimo di nove stadi che verranno costruiti nelle città del Qatar.  Il tetto ricurvo destinato a proteggere entrambe le squadre partecipanti e gli spettatori dal sole intenso del deserto, che può causare temperature superiori ai 50 gradi, sarà anche di combinato ad un sistema meccanico di aria condizionata con i principi della progettazione passiva per mantenere le temperature sotto i 30 gradi.
 

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Gli ultimi progetti di Zaha Hadid sono tutti molto simili, questo finalmente si discosta ma facendo una scelta decisamente sbagliata, la forma in effetti richiama quell'idea...
Nino

gio - il mio carnet di viaggio ha detto...

ho cercato l'immagine del Dhow, la somiglianza con una vagina è più evidente... anche io penso che gli ultimi progetti siano molto simili, preferisco i lavori degli inizi, le forme taglienti della stazione dei pompieri a Vitra, quando le sue architetture non erano un marchio...

Anonimo ha detto...

Effettivamente è vero, la forma è un po' strana, ma l'effetto finale è comuncque bello