venerdì 18 febbraio 2011

Contro lo stress della vita moderna

Immaginate una casa immersa nel verde ma non potendo realizzare un giardino all'esterno lo studio fondato da Makoto Tanijri a Nagoya ha ideato il concetto di “garden-in-the-house” e ha creato all’interno della casa una sorta di oasi interna, una specie di “stanza giardino” che va ad aggiungersi alla normale divisione degli spazi.

Piante sempreverdi, grosse pietre e lastre levigate di cemento donano agli ambienti un aspetto zen e costituiscono una decorazione naturale, di grande effetto e di facile manutenzione.

Separate da pareti in vetro, le piante occupano un terzo dell’appartamento, disposto su due piani di circa 75 mq ciascuno. La zona verde divide e dà forma allo spazio, ritagliando il living, le stanze e il bagno, dove anche i sanitari sono in evidenza e la privacy è sacrificata a favore di una spettacolare vista sul verde.

Interni bianchi, pareti in vetro e un grosso lucernario aiutano a creare un ambiente luminoso e aperto, mentre i mobili in legno riscaldano l’atmosfera. Dall’esterno, l’edificio di forma cubica è ricoperto di lamiere di metallo bianco ondulato e ha una porta oversize di circa 4 metri di altezza che si apre sui due piani, lasciando intravedere la divisione orizzontale dell’appartamento. La luce naturale che proviene dall'alto attraversa l'appartamento in verticale, grazie ad un'apertura che collega il piano superiore a quello inferiore, disegnando un cortile interno.







1 commento:

P & M ha detto...

Mamma mia come mi piacerebbe poter vivere in una casa così... L'adoro!! Grazie della notizia...