sabato 20 febbraio 2010

il libro digitale


Questa mattina ho visto un servizio sui libri digitali, confesso che sono attirata da questa novità e ho iniziato a cercare materiale. Per chi non lo sapesse è una sorta di i pod dei libri. In particolare mi sono informata sul Kindle, il lettore ebook più famoso al momento, arrivato anche in Italia. La tavoletta nella sua memoria da 2 Giga può scaricare fino a 1500 volumi, attinge ad una biblioteca di 230 mila libri in Europa e 360 mila negli Usa. In questa prospettiva di innovazione, il libro elettronico trova una soluzione anche alla crisi dell'editoria permettendo la possibilità di scaricare, in ogni parte del mondo, 55 quotidiani fra cui Il Corriere della Sera ( primo in Italia) e 38 periodici.
Il libro elettronico sembra presentare molteplici vantaggi: è sottile, leggerissimo, è molto maneggevole e presenta un design piacevole. Inoltre a differenza degli schermi dei portatili non affatica la vista e si può leggere anche in pieno sole. I libri si scaricano tramite rete 3g, la stessa dei cellulari, quindi funziona ovunque ci sia la copertura telefonica. Insomma ha molte virtù. Ma anche qualche difetto. Nel catalogo sono presenti molti classici mondiali, la Divina Commedia, ma in inglese, mancano autori come Verga, Allende, Truman Capote. Mentre invece sono presenti autori come Dan Brown d Stephen King.
Personalmente preferisco ancora il caro vecchio libro cartaceo, non sono del tutto convinta...

1 commento:

rossovelvet ha detto...

Mah, io preferisco comunque le belle vecchie pagine ! ;D