martedì 1 dicembre 2009

Richard Meier e la crisi...





Brooklyn negli ultimi anni è stato oggetto di profonde ristrutturazioni, riconversioni affiancate alla continua attenzione per gli edifici storici. Il Brooklyn Museum è rinato e insieme all'Accademia della Musica segnano il rilancio di tutto il quartiere che guarda ora anche ad architetture contemporanee firmate, come il nuovo complesso residenziale di Richard Meier sulla Grand Army Plaza. Da zona depressa a sobborgo per ricchi. Si tratta di una torre di cristallo di 15 piani. Dieci mesi dopo l'inaugurazione dell'edificio sono pochi gli appartamenti venduti, è stato paragonato ad "una parete di finestre che guarda sulla crisi immobiliare". I potenziali acquirenti scappano davanti a contratti che arrivano fino a 20 milioni di dollari.

1 commento:

rossovelvet ha detto...

Francamente per di piu non mi piace... !