venerdì 20 dicembre 2013

Il Padiglione Italia dell'Expo





 
Gli architetti romani dello studio Nemesi & Partners, Michele Molè e Susanna Tradati, con Proger e Bms Progetti hanno vinto il concorso per il padiglione italiano all'Expo 2015. Il Padiglione interpreterà la cultura italiana contemporanea comprendendo sia il Palazzo Italia (12mila mq calpestabili) sia gli altri padiglioni lungo il Cardo che ospiteranno attività espositive e istituzionali. Il Padiglione sarà una vetrina delle eccellenze italiane ma anche uno spazio dove il visitatore potrà fare un viaggio dentro il Bel Paese.
Come una sorta di piazza il padiglione sarà un vuoto che accoglie il fulcro simbolico dello spazio espositivo e che dà forma ai volumi dell'architettura. Quattro blocchi principali, organizzati attorno alla piazza, collegati da elementi-ponte, ospitano le macro-funzioni principali: area espositiva, uffici, auditorium e sala riunioni.




mercoledì 18 dicembre 2013

La scuola superiore Ate Pjeter Meshkalla


 
Il progetto di cui parliamo oggi è la scuola superiore Ate Pjeter Meshkalla a Scutari (Albania), realizzata dall'architetto Francesco Scardaccione, per la quale ha ricevuto la nomination per il Premio Mies van der Rohe.
La scuola, commissionata dai gesuiti, è un edificio a corte aperta composto da tre corpi principali che ospitano una hall, un bar, un punto d'informazione, un auditorium, una palestra, una biblioteca, una cappella e le aule.

lunedì 16 dicembre 2013

Il tappeto volante



A Baku in Azerbaigian, l'architetto Janz Franz, di Vienna, ha progettato  l'enorme struttura del Museo Nazionale dei Tappeti e della Arti Applicate. Sito sul lungomare di Baku si distingue chiaramente grazie alla sua forma di tappeto che si srotola, ospita la più grande collezione di tappeti tradizionali azeri, ma sono organizzati anche corsi per decifrare i disegni, distinguere le epoche e provare a carpire gli antichi segreti.

venerdì 13 dicembre 2013

Le mille bolle blu

 
Sembrano bolle blu che galleggiano in mare, in realtà sono pannelli solari Marine Solars Cells (MSC), progettate dal designer britannico Phil Pauley . La loro particolare forma a guscio consente di catturare il 20% in più di energia rispetto ai pannelli tradizionali sfruttando i raggi solari riflessi sull'acqua. In più catturano anche l'energia cinetica, sfruttando la forza delle onde. Realizzati con materiali riciclabili rappresentano degli impianti completamente verdi, un interessante progetto da seguire nelle sue fasi future.

mercoledì 11 dicembre 2013

case da sogno









Secondo People Adam Levine è l'uomo più sexy del 2013, la sua casa è assolutamente meravigliosa... Pezzi vintage, tocchi di colore ben dosati e l'immancabile presenza di strumenti musicali rendono questa casa una gioia per gli amanti dell'interior design.
Che dire poi della terrazza che si affaccia su una piscina circondata da palme? Un autentico sogno...  

Fonte AD

lunedì 9 dicembre 2013

Il libro del mese

 

Da tempo nella mia wishlist il libro del sociologo ed economista tedesco Hermann Scheer, Edizioni Ambiente, che racconta progetti e soluzioni per un mondo basato solo sulle rinnovabili.
Dal sito : "Le rinnovabili rappresentano su scala mondiale un quarto della potenza elettrica, e la quota cresce rapidamente. La loro diffusione però non è omogenea: la trasformazione coinvolge al momento un numero limitato di paesi, e non necessariamente quelli dotati dei potenziali eolici o solari più elevati. I limiti sono soprattutto di natura politica: privilegi di legge, monopoli territoriali e di mercato. L’urgenza di una risposta ai cambiamenti climatici e la necessità di ridurre gli impatti ambientali e sociali legati alla produzione dei combustibili fossili e al nucleare impone di accelerare la riconversione del sistema energetico. Scheer ritiene possibile arrivare a soddisfare con le fonti rinnovabili l’intero fabbisogno di energia, quindi non solo la componente elettrica, entro un quarto di secolo."
 
 

venerdì 6 dicembre 2013

Regali di design

Quante volte dopo aver ricevuto un regalo per natale abbiamo sentito dire l'odiata frase "ho pensato ad un regalo utile..." temendo di dover fare un sorriso convincente davanti ad un paio di pantofole? Non per forza si deve scadere in scelte scontate, esistono tantissimi regali utili, fra i più belli di certo quelli per la casa. Ecco una selezione di idee e spunti, per tutti i gusti e per tutte le tasche, per un regalo utile e di design.
 
Caraffa salvagoccia, 1L con fodero in cuoio / Edizione limitata 100 anni di Eva Solo, €89,90

L'iconico spremiagrumi Juicy Salif firmato da Philippe Stark per Alessi. € 50,00

 
 
Adesivi da parete prodotti da Burnick, € 25,20 il primo, 38,08 il secondo
 
La zuccheriera "a bombetta" di Peter Ibruegger Studio
Mestoli «Canarino» di Qualy. €54,00
 
Batteria scalda mani a forma di macaron, € 39,00


Portaombrelli disegnato da Karim Rashid, Casamania, €216

Flute fatti a mano della collezione InsideOut, 2 pezzi, € 50,00




mercoledì 4 dicembre 2013

La prima scuola ipogea d'Italia









 
 Guardando queste foto direste mai che si tratta di una struttura ipogea? E' la scuola Hanna Arendt di Bolzano, realizzata a ridosso del giardino pubblico dell'attiguo convento dei Cappuccini, su progetto di Claudio Lucchin & Architetti Associati.
9 aule, 6 laboratori, 11.000 mc e 2.030 mq per ospitare 225 alunni più gli insegnanti in pieno centro storico. Un progetto molto interessante che riesce a soddisfare tutte le esigenze di illuminazione di una tipologia come quella della scuola grazie all'impiego di grandi superfici vetrate a tutt'altezza, con tutti i locali rivolti verso la corte interna.

martedì 3 dicembre 2013

diy natalizi

Se siete creativi, avete le mani d'oro e siete stufi del tradizionale albero di natale ecco alcune idee per rendere la vostra casa assolutamente originale...

L'albero alternativo, con tanto di tutorial per riprodurlo
 
 
 

I biglietti d'auguri tridimensionali


Le decorazioni per l'albero
 
 



E che natale creativo sia!

lunedì 2 dicembre 2013

Il pavimento intelligente

L'italiana Granitifiandre di Reggio Emilia ha registrato un prodotto assolutamente innovativo, l'Active Clean Air & Antibactetial Ceramic. Un materiale che può essere usato sia come rivestimento per gli edifici che per realizzare pavimenti in grado di purificare l'aria, rimuovere i batteri e che in più si auto-igienizza.  Questo prodotto intelligente si basa su un meccanismo costituito da un processo fotocatalitico, tipico nelle piante con il nome di fotosintesi clorofilliana: nella nuova lastra è contenuto il biossido di titanio che, una volta esposto all'aria e alla luce, sia naturale che artificiale, attiva e modifica la velocità delle reazioni chimiche. Subito dopo si attiva un processo ossidativo che decompone , rompendo, le sostanze organiche come i batteri, e quelle inorganiche, come le polveri sottili, gli ossidi di azoto, che entrano in contatto con la lastra. Questo prodotto non solo riduce l'inquinamento atmosferico fino al 70% ma rende igienici i pavimenti ed i rivestimenti. Si stima che mille metri quadrati di questa lastra producano un effetto benefico pari a 20 alberi di alto fusto.